logo

Periodici Storici Ottocenteschi

A partire dalla seconda metà dell'Ottocento, anche a Piacenza presero vita diverse testate periodiche e quotidiane. Questo sviluppo fu favorito sicuramente dall'editto sulla stampa - promulgato il 26 marzo 1848 nel Regno di Sardegna in applicazione dell'art. 28 dello Statuto Albertino e poi esteso nel 1861 al resto dell'Italia - che dichiarava la libertà di stampa. Ma fu anche un nuovo clima culturale ed editoriale a permettere la crescita del giornalismo postunitario, il cui sviluppo fu segnato dall'avanzare delle nuove tecniche editoriali e dalla progressiva alfabetizzazione. Scorrendo questi periodici, diversi per orientamento politico e sociale, differenti per formato e struttura editoriale, è possibile ricostruire attentamente molti aspetti della vita nazionale e locale di quell'epoca.

La Biblioteca comunale Passerini-Landi di Piacenza conserva in buono stato la maggior parte delle testate ottocentesche edite a Piacenza, ma anche alcuni periodici editi in altre città, interessanti in qualche maniera la storia della nostra città. Tale ricco patrimonio costituisce una fonte insostituibile per approfondire aspetti importanti della storia politica, sociale, economica e culturale di una città, Piacenza, che, nel periodo tra la metà dell'Ottocento e il primo Novecento, ha avuto un’importante storia di giornalismo ed editoria. Alcune unità sono poi di particolare rarità per la loro completezza o per essere numeri unici. La Biblioteca ha infatti avuto il merito di raccogliere e conservare nel tempo queste collezioni, non trascurando mai il valore e il significato di periodici “minori”, alcuni dei quali costituti anche da pochi fogli.

Il progetto di digitalizzazione delle testate – percorso iniziato con il trattamento e la messa a disposizione sulle teche digitali di 23 di 71 testate e in via di implementazione - offre un ulteriore strumento di ricerca alla comunità scientifica e a tutti coloro che sono interessati alla memoria storica di Piacenza e non solo.

Nelle Teche sono utilizzate a corredo informativo sui periodici, le schede descrittive delle testate che vi sono comprese, tratte dalla tesi di Francesca Mariscotti, I giornali piacentini dell'Ottocento conservati alla Biblioteca Passerini-Landi (rel. Arnaldo Ganda, correlatore Massimo Baucia, Università degli Studi di Parma, Facoltà di lettere e Filosofia, Corso di laurea specialistica in arti letterarie e musicali dal Medioevo all'Età Contemporanea, aa. 2010-2111), che si ringrazia per averne concesso l'uso. Vi si accede dall'icona e ciascuna scheda è visualizzata in parallelo alla Bibliografia /Tavola delle sigle bibliografiche, utile per lo scioglimento delle sigle in essa ricorrenti. Sono raggiungibili tramite icona identica anche a partire dalle modalità di accesso ai periodici 'Cerca' e 'Leggi', dopo aver selezionato la testata che interessa. Si rende pure disponibile la Tavola sinottica dei periodi di pubblicazione dei giornali piacentini dell'Ottocento, da cui sono esclusi per ragioni tecniche di scala della rappresentazione grafica, soltanto gli «Archivi del proprietario e dell'Agricoltore. Collezione periodica di memorie e di osservazioni sopra tutte le parti dell'economia domestica» (ottobre 1826- aprile 1838) e la «Rivista orticola ossia giornale de' Giardinieri e degli amatori» (1830-1833), non ancora digitalizzati. Non non vi compare peraltro neppure «Il Patriota. Giornale politico quotidiano» (1858-1871), perché stampato a Parma (la Biblioteca ne possiede l'anno II, 2 gennaio 1860-24 dicembre 1860) e pertanto escluso dai periodici studiati da Francesca Maricotti. La scheda descrittiva collegata è di Daniela Morsia.

Le immagini digitalizzate delle testate si raggiungono a partire dall'icona o a seconda del contesto.


Generic placeholder image

Esplora

Vai»

..
Generic placeholder image

Cerca

Vai»

Generic placeholder image

Leggi

Vai»